Archivio tag: ricetta

Pane al cioccolato – ricetta per macchina del pane

Non c’è cosa più speciale che concedersi un piacere semplice, in un momento qualsiasi di un giorno come tanti, insieme a qualcuno che ami.colazione-breakfast-pane-cioccolata-macchina del pane-ricetta-brioche-idecor-idecor.it

Niente è più semplice del pane, è la cosa più comune che si possa mangiare, ma la sua fragranza appena sfornato unita al profumo e la golosità del cioccolato è qualcosa che oltre la pancia riempie il cuore. Questo pane al cioccolato è perfetto da solo, ma ancora più buono se accompagnato da una bevanda calda, il mio abbinamento preferito è con una bella tazza di the verde alla menta fumante. Trovo che niente come la menta esalti il cioccolato.colazione-breakfast-pane-cioccolata-macchina del pane-ricetta-brioche-idecor-idecor.itL’ho fatto con la mia macchina del pane, un piccolo oggetto che mi dà grandi soddisfazioni.

Basta inserire tutti gli ingredienti nel cestello e lei impasta, fa lievitare e cuoce.

Ha anche un timer che permette di farla partire all’ora che si desidera e quindi si può programmare di avere pane caldo al risveglio.

Un lusso ed un piacere semplici ma impagabili.

La ricetta è semplicissima!

Ingredienti

700 grammi di farina manitoba

250 ml di latte intero

2 uova

150 grammi di burro morbido

un pizzico abbondante di sale

130 grammi di zucchero

una bustina di lievito di birra in polvere

i semi di un baccello di vaniglia

gocce di cioccolato in abbondanza e secondo i gusti

(con macchina del pane Kenwood BM250, programma 4, crosta media)

Preparzione:

Inserire nel cestello prima gli ingredienti liquidi e dopo i solidi;

inserire le gocce di cioccolato al bip;

Per una migliore lievitazione montare le uova con lo zucchero prima di versarle nel cestello.

Quando la cottura è ultimata lasciare aperto il coperchio e sfornare una volta che il pane è freddo.

Si può conservare per qualche giorno in un contenitore ermetico e farlo rinvenire per qualche minuto in forno prima di consumarlo (ma non mi è mai captato di doverlo conservare perchè finisce subito!).

La macchina del pane è un elettrodomestico che occupa poco spazio ma che consiglierei a tutti di acquistare, é di una semplicità d’uso estrema e, a patto di seguire le ricette scrupolosamente, dà risultati sempre perfetti.

Permette inoltre di concedersi delle colazioni o delle coccole serali fantastiche senza muovere un dito o dover sporcare o impiegare molto tempo.

Sabrina

 

Angel cake


Cambiano le stagioni e cambia l’odore di casa.

In autunno la nostra piccola reggia deve diventare ancora di più un posto per indulgere nei piccoli piaceri, fuori comincia a far freddo e non c’e’ niente di meglio di un dolce tepore che profuma di torta appena sfornata.

Sembra davvero scesa dal paradiso, soffice e dolce, con la sua pasta candida, ecco la mia versione della torta degli angeli.

Ho leggermente modificato gli aromi perchè personalmente, in quella originale, sentivo troppo il sapore e l’odore dell’uovo.

 
La ricetta

Ingredienti per uno stampo da chiffon:

Farina tipo 00 170 g

Uova albumi 500 g (albumi di 12 uova circa)

Cremor tartaro  6 g (lo compro in farmacia, se non si ha in casa usare la stessa quantità di lievito per dolci)

Zucchero semolato 280 g

Sale 4 g

Limone la buccia grattugiata di un limone non trattato

Vaniglia i semi di 1 bacca

Liquore (facoltativo) un bicchierino di limoncello o di rum per babà

il procedimento è semplice a patto di avere le fruste per montare gli albumi o una planetaria.

Per prima cosa montare gli albumi a temperatura ambiente, quando avranno cominciato ad assumere un colore bianco versare circa la metà dello zucchero e continuare a montare.

Sempre montando aggiungere gli aromi ed il cremor tartaro.

Quando gli albumi saranno ben montati aggiungere la farina setacciata, lo zucchero restante ed il sale e mescolare delicatamente dal basso verso l’alto per non far smontare il composto (tutto molto bello ma io aggiungo a poco a poco tutto in planetaria con fruste in movimento e non si smonta un bel niente!)

Quando il tutto è ben amalgamato versare il composto nell’apposito stampo senza imburrare ed infarinare.

Cuocere in forno statico a 170° per 35 minuti.

Sfornare e lasciare raffreddare lo stampo capovolto, sugli appositi piedini.

Per sfoderare basta aiutarsi con un coltello.

N.B. Per montare bene gli albumi tutti gli strumenti con cui vengono a contatto devono essere perfettamente sgrassati e puliti.

Sabrina

 

 

Torta sette vasetti

Amo la mia casa (fra poco la chiamerò “casa dei miei”!) e ogni tanto mi piace tantissimo passare una serata a preparare dolci.

Quando tutti vanno a letto il tempo rallenta, i rumori svaniscono e la mente vaga fra progetti e ricordi felici mentre la cucina si riempie di profumi che, al risveglio, accoglieranno la mia famiglia come un dolce abbraccio.

Moltissime le ricette sperimentate, tanti disastri e alcune super collaudate ricette che, cascasse il mondo, riescono sempre!

festa-mamma-1013-cupcake-torta-biscotti-freebie

La torta allo yogurt o sette vasetti è una delle poche certezze della vita, soffice, buona, “neutra”  e quindi adatta a qualunque farcitura e aromatizzazione, bella compatta e quindi meno soggetta a tragici cedimenti strutturali, non necessita di bilancia, pubblicata in lungo ed in largo, la propongo solo nell’eventualità abbiate dimenticato la sua esistenza. Ecco la mia versione.

Ingredienti (usare come dosatore il vasetto dello yogurt):

3 uova,

1 vasetto di yogurt alla banana,

3 di farina,

2 di zucchero,

1 di olio di semi,

1 cucchiaino di essenza di vaniglia,

3 cucchiai di limoncello ,

la buccia di un limone grattugiata,

1 bustina di lievito.

La ricetta originale prevede yogurt bianco o a piacere, ma quello alla banana dà un profumo buonissimo (e la banana non si sente), poi 2 vasetti di farina 00 e uno di fecola, se l’avete bene, io uso solo la 00 ed è sempre venuta sofficissima.

Sempre la ricetta originale prevede la separazione dei tuorli dagli albumi, di montare questi ultimi a neve ma… che hanno inventato a fare il lievito in polvere?

Oltre che cominciare sbattendo le uova con lo zucchero non ho altre regole, in qualunque ordine aggiungo gli ingredienti, il risultato è sempre uguale.

Cuoce in 40 minuti a 170°, ma ovviamente dipende dal forno, quindi faccio sempre la prova con lo stuzzicadenti dopo 30 minuti.

Alla mia mamma piace bagnata con un pò di bagna al limone e farcita con una crema gialla leggera e fragoline.

Sabrina

 

 отзывы о компании альтеза