Archivio tag: limone

La promessa di un’estate

Un estate interrotta dal brutto tempo, forse ancora nemmeno cominciata davvero.

La mia prima estate qui a casa mia.

1

Un pò come quando finiva la scuola il tempo rallenta nei pomeriggi assolati, lunghissimi pomeriggi sospesi e pigri che scorrono lenti, accompagnati dal verso acuto delle rondini e le voci dei bimbi che giocano in cortile.

2

I giorni a poco a poco perdono la loro consistenza, si confondono, si rincorrono indefiniti e un pò tutti uguali, come in un’attesa, l’attesa del mare.

3

A volte la luce è quasi troppa eppure, nonostante qua al sud il sole ci abiti, ho come la sensazione che questo momento sia solo una breve parentesi.

4

Qui non fa mai veramente freddo, spesso fa fin troppo caldo e nonostante questo l’estate è preziosa.

Questo tempo sospeso, nell’attesa di partire, non ha un significato, non c’e’ nei miei ricordi di infanzia. Forse è per questo che per me non ha identità.

limone lavanda

E’ però un tempo tranquillo che assopisce anche gli affanni, è un tempo di promesse, è un tempo di sogni ad occhi aperti, di programmi e di progetti per i giorni che verranno.

E’ il tempo per me, non per le cose o per i problemi, solo per me, tutto il resto sbiadisce sotto il sole.

E’ un tempo aspro come il limone e al tempo stesso dolce come il profumo di lavanda.

Sabrina

тур африка танзания

Torta sette vasetti

Amo la mia casa (fra poco la chiamerò “casa dei miei”!) e ogni tanto mi piace tantissimo passare una serata a preparare dolci.

Quando tutti vanno a letto il tempo rallenta, i rumori svaniscono e la mente vaga fra progetti e ricordi felici mentre la cucina si riempie di profumi che, al risveglio, accoglieranno la mia famiglia come un dolce abbraccio.

Moltissime le ricette sperimentate, tanti disastri e alcune super collaudate ricette che, cascasse il mondo, riescono sempre!

festa-mamma-1013-cupcake-torta-biscotti-freebie

La torta allo yogurt o sette vasetti è una delle poche certezze della vita, soffice, buona, “neutra”  e quindi adatta a qualunque farcitura e aromatizzazione, bella compatta e quindi meno soggetta a tragici cedimenti strutturali, non necessita di bilancia, pubblicata in lungo ed in largo, la propongo solo nell’eventualità abbiate dimenticato la sua esistenza. Ecco la mia versione.

Ingredienti (usare come dosatore il vasetto dello yogurt):

3 uova,

1 vasetto di yogurt alla banana,

3 di farina,

2 di zucchero,

1 di olio di semi,

1 cucchiaino di essenza di vaniglia,

3 cucchiai di limoncello ,

la buccia di un limone grattugiata,

1 bustina di lievito.

La ricetta originale prevede yogurt bianco o a piacere, ma quello alla banana dà un profumo buonissimo (e la banana non si sente), poi 2 vasetti di farina 00 e uno di fecola, se l’avete bene, io uso solo la 00 ed è sempre venuta sofficissima.

Sempre la ricetta originale prevede la separazione dei tuorli dagli albumi, di montare questi ultimi a neve ma… che hanno inventato a fare il lievito in polvere?

Oltre che cominciare sbattendo le uova con lo zucchero non ho altre regole, in qualunque ordine aggiungo gli ingredienti, il risultato è sempre uguale.

Cuoce in 40 minuti a 170°, ma ovviamente dipende dal forno, quindi faccio sempre la prova con lo stuzzicadenti dopo 30 minuti.

Alla mia mamma piace bagnata con un pò di bagna al limone e farcita con una crema gialla leggera e fragoline.

Sabrina

 

 отзывы о компании альтеза