Archivio mensile:giugno 2014

Eclettismo a Parigi

Centinaia di dettagli incredibili, particolari unici ed originali per un appartamento eclettico che sprizza creatività da ogni angolo.

wonderful-apartment-design-in-paris

Si trova a Parigi ed è stato realizzato da Duble G studio.

paris-wonderful-apartment-design-in-paris-3

Un amalgama di arredi ed oggetti diversi per stile, materiali, colori ma che convivono in una sorprendente armonia.

paris-wonderful-apartment-design-in-paris-2

Forse una casa per collezionisti, certamente per qualcuno che sa cosa vuole e non teme “l’unico”.

fe431_wonderful-apartment-design-in-paris-5

Anche quei dettagli che si tende a nascondere o trascurare perchè banali o meramente funzionali qui sono perfettamente integrati e pienamente in vista.

fe431_wonderful-apartment-design-in-paris-1

Tutti gli elementi sembrano far bella mostra di sè ma al tempo stesso si offrono all’utilizzo, non come in un museo.

fe431_wonderful-apartment-design-in-paris-6

Ambienti divisi per funzione, senza troppe pareti ma ben distinguibili grazie agli arredi.

fe431_wonderful-apartment-design-in-paris-8

Forme squadrate si intrecciano con linee più fluide, la razionalità si fonde con ben dosati tocchi di ironia.

ea911_wonderful-apartment-design-in-paris-13

Colore e non-colore dialogano per massimizzare la luminosità e la ricchezza di dettagli dà vita ad un gioco di ombre.

ea911_wonderful-apartment-design-in-paris-12

I pavimenti, in legno e resina dello stesso splendido grigio, e le pareti bianche sono lo sfondo perfetto per enfatizzare i colori vivaci e brillanti.

ea911_wonderful-apartment-design-in-paris-11

L’illuminazione è affidata a tantissimi punti luce, lampade bellissime da terra, soffitto e parete, tutte diverse ma che convivono in grande armonia, alcune da prime donne, altre come comparse.

ea911_wonderful-apartment-design-in-paris-14

Così come i mobili che ora sono elementi quasi invisibili, incassati nel muro, senza maniglie o cornici, ora invece sono la pennellata di colore che mette l’accento ad una stanza.

ea911_wonderful-apartment-design-in-paris-15

La grande qualità dei materiali è certamente la premessa per linee così pulite, quasi grafiche.

ea911_wonderful-apartment-design-in-paris-9

Eclettismo, ironia, qualche tocco industriale, tanto design e qualche brano di artigianato così ben eseguito da scomparire, un mix davvero intrigante.

ea911_wonderful-apartment-design-in-paris-10

Una casa con una personalità prorompente, non per tutti certo, ma come si fa a non restare a bocca aperta?

Image credits

Sabrina

 

танзания стоимость путевки

Accogliente, fresco… Scandinavo!

Un appartamento che offre mille spunti pur essendo ordinato ed essenziale.

Amo questo stile che riesce ad essere dolce ed accogliente senza essere lezioso.

appartamento-scandinavo-mudroom

Un ingresso piccolino, ma grande abbastanza per un grande specchio a parete, senza fronzoli e cornici, che amplifica la luce e lo spazio.

appartamento-scandinavo-ingressoAncora all’ingresso un armadio a doghe bianche con una panca all’interno, un angolo studio  ed una finestra strategicamente contrapposta allo specchio dell’immagine precedente.

appartamento-scandinavo-home-office

Un dettaglio dell’angolo studio.

Sgabello e lampada cromati, tappeto a righe bianco e azzurro,  decorazioni sulla parete de piccolo scrittoio, un cesto di vimini e il davanzale della finestra che fa da mensola… serve altro?

Credo che il segreto di questi ambienti sia che c’è solo ciò che serve, non manca nulla tranne il superfluo. E’ questa la chiave per avere calore ma non disordine, senso di accoglienza, aria di casa ma anche ordine, pulizia, calma.

Quanto sono belle queste finestre? Tanto al punto di arredare, non hanno bisogno di altro che di un candido velo leggero come tenda.

small-living-room-blue-sofa-swedish-white-heirloom-apartment

Il salotto più che una stanza è un’area della zona giorno. Protagonista un divano rivestito in denim. Un tappeto multicolore fa da sfondo a due tavolini gemelli mentre una rientranza nella parete accoglie mensole ed un mobile contenitore.

appartamento-scandinavo-pranzo

La zona pranzo è costituita da un semplice tavolo e sedie in legno bianco, quello che mi affascina e mi conquista sono le porte e gli infissi esterni, bianchi e altissimi e i dettagli come i battiscopa, anch’essi bianchi e i profondi davanzali delle finestre che si prestano meravigliosamente  ad accogliere piantine ed oggetti vari.

Stupendo il pavimento in doghe verniciate di bianco spezzate da una doga trasversale punteggiata da piccoli led, che enfatizza la luce in un modo incredibile.

appartamento-scandinavo-cucina

La cucina è ad elle, bianca con accenti in acciaio come gli elettrodomestici, le maniglie e lo zoccolo dei mobili ed è riscaldata dal top in legno scuro. Un pannello in legno bianco la separa dal divano.

appartamento-scandinavo-bagno

Il bagno è l’unico ambiente a non avere il pavimento in legno. Qui la scelta è stata un linoleum azzurro girato sulle pareti a fare anche da battiscopa. Ritroviamo il bianco nel rivestimento delle pareti in piastrelle quadrate bianche. Bianchi anche i sanitari ed il mobiletto che, come in cucina, ha un top legno scuro. Un cesto in vimini e la tenda della doccia rendono questo ambiente accogliente e particolare pur nella sua estrema semplicità.

appartamento-scandinavo-letto

Ed ecco il pezzo forte, questa camera mi ha stregata. Bianco totale anche qui, ma il blu della testiera e la composizione sul muro, insieme ai cuscini sul letto mi danno una sensazione di calma e confort.

E come di consueto, dopo essermi persa, anche se solo virtualmente, in ambienti così ordinati e tranquilli, non posso fare a meno di guardarmi intorno e chiedermi se ho davvero bisogno di tutte le cose che mi circondano, se non c’e’ qualcosa che va riorganizzato meglio, se non conservo oggetti da qualche parte che valgono meno dello spazio che occupano. Ormai è un esercizio quotidiano, anche un piccolo gesto ogni giorno ha cambiato radicalmente l’aspetto della casa e mi sta decisamente semplificando la vita!

image credits

Sabrina

 африка сафари

La promessa di un’estate

Un estate interrotta dal brutto tempo, forse ancora nemmeno cominciata davvero.

La mia prima estate qui a casa mia.

1

Un pò come quando finiva la scuola il tempo rallenta nei pomeriggi assolati, lunghissimi pomeriggi sospesi e pigri che scorrono lenti, accompagnati dal verso acuto delle rondini e le voci dei bimbi che giocano in cortile.

2

I giorni a poco a poco perdono la loro consistenza, si confondono, si rincorrono indefiniti e un pò tutti uguali, come in un’attesa, l’attesa del mare.

3

A volte la luce è quasi troppa eppure, nonostante qua al sud il sole ci abiti, ho come la sensazione che questo momento sia solo una breve parentesi.

4

Qui non fa mai veramente freddo, spesso fa fin troppo caldo e nonostante questo l’estate è preziosa.

Questo tempo sospeso, nell’attesa di partire, non ha un significato, non c’e’ nei miei ricordi di infanzia. Forse è per questo che per me non ha identità.

limone lavanda

E’ però un tempo tranquillo che assopisce anche gli affanni, è un tempo di promesse, è un tempo di sogni ad occhi aperti, di programmi e di progetti per i giorni che verranno.

E’ il tempo per me, non per le cose o per i problemi, solo per me, tutto il resto sbiadisce sotto il sole.

E’ un tempo aspro come il limone e al tempo stesso dolce come il profumo di lavanda.

Sabrina

тур африка танзания