Archivio mensile:ottobre 2013

Pensieri d’autunno.

Sto progettando, programmando e visualizzando l’appartamento ormai da mesi, mi è talmente familiare che potrei dire di viverci già.

Eppure di fronte ad ogni decisione mi sento totalmente impreparata.

autunno-ispirazione-colore

Ho “guardato” con più attenzione le immagini nella mia mente e mi sono resa conto che sono per lo più sensazioni, atmosfere, non vere e proprie fotografie di un ambiente.

E’ una situazione nuova.

I clienti che mi raccontano come vogliono casa hanno ben chiaro uno stile e spesso, all’inizio, sono convinti che per avere un buon risultato tutto dovrà essere “a tema”, altrimenti non raggiungeranno il loro intento.

autunno-ispirazione-colore

Col tempo (e non senza qualche resistenza iniziale) ci si rende conto che coordinare tende, coperte, cuscini e paralumi sarebbe insopportabile alla vista e priverebbe completamente l’ambiente di personalità, stesso discorso per cucine con temi vari che migrano, come stormi di oche selvatiche, dai tappeti, alle tovaglie, alle tende, alle piastrelle e così via.

autunno-ispirazione-coloreIl “tema”, che in principio rassicura, rendendo praticamente tutte le scelte obbligate, dopo un pò, non appena si assume un briciolo di competenza e di consapevolezza, viene visto come il male assoluto (quando questo succede l’architetto sa che sta facendo bene il suo lavoro!) ed è a questo punto che subentra il panico.

Esclusa l’opzione dei coordinati, del colore preferito ovunque, della riproduzione pedissequa di uno stile (dall’effetto stantio assicurato) ed esclusa l’opzione di ragionare solo sui singoli dettagli senza avere uno schema generale, cosa resta da fare?

autunno-ispirazione-colore

La chiave è interpretare.

Oggi ho fatto un esercizio che si è rivelato sorprendentemente utile.

Ho preso la macchina fotografica e ho cominciato a guardarmi intorno, in casa, fra le stanze e gli oggetti che vedo ogni giorno, con cui convivo da sempre, ma ho guardato con uno spirito diverso.

Tutti gli oggetti che ho accumulato negli ultimi anni, quelli presi fantasticando su come sarebbe stata la casa che li avrebbe accolti, quegli oggetti sono dei postit formidabili.

autunno-ispirazione-colore

Fotografavo una cornice ed ecco comparire nella mia mente il tavolino perfetto per il divano, inquadravo la mia collezione di tazze e in un attimo la parete dell’angolo colazione ha preso finalmente forma, tiravo fuori un set di candele da disporre accanto al mio portagioie e hanno preso vita i colori della camera da letto che mi rifiutavo di scegliere da settimane.

Pochi oggetti mi hanno regalato le risposte che cercavo da tanto tempo e so che sono quelle giuste perchè in quegli oggetti le avevo riposte ancor prima di formulare le domande.

autunno-ispirazione-colore

L’essenza di una casa risiede in chi la abita, non nelle pagine delle riviste patinate e un professionista bravo non è quello che progetta e realizza un’ambiente per il quale sarete sommersi di complimenti, ma quello vi accompagnerà nel percorso che vi porterà da quello che credete di desiderare a quello che volete davvero e saprete di averlo incontrato quando guardandovi intorno realizzerete che la vostra casa è completamente “vostra” e non sarebbe potuta essere in nessun altro modo.

autunno-ispirazione-colore

Forse non è un caso aver svoltato adesso, in Autunno.

Per me è la stagione più intima, più dolce, è il momento in cui, forse contrariamente ai più, riprendo fiato approfittando della tregua tra il caldo e il gelo, tra la luce accecante e il buio e mi godo il tepore e le luci soffuse della transizione.

Sabrina

 

 

 

 alteza safaris